Il buon isolamento è tanto importante in inverno quanto nei mesi più caldi, quando le temperature elevate mettono a dura prova il comfort abitativo e aumentano le dispersioni energetiche. Ecco perché le coperture ventilate, molto diffuse nel Nord Europa, stanno prendendo sempre più piede anche nelle aree dal clima più temperato. La combinazione di pareti e coperture ventilate consente di ridurre anche del 35% i consumi energetici, migliorando la salubrità degli ambienti se accompagnata da un’adeguata ventilazione meccanica controllata (VMC).

Le coperture e le pareti ventilate aiutano a mantenere il giusto livello di temperatura all'interno di ogni ambiente della casa.

Queste strutture consentono di creare una intercapedine d'aria, favorendo l'effetto camino, ovvero la circolazione dell'aria dal basso verso l'alto: in questo modo il calore viene conservato in inverno, mentre in estate l'abitazione è protetta dal surriscaldamento e il problema dei ponti termici viene eliminato.

All'isolamento termico si aggiunge quello acustico: valorizzati da serramenti di qualità, le coperture e le pareti ventilate costituiscono una naturale barriera che protegge dai rumori provenienti dall'esterno, mentre la varietà di materiali a disposizione per il rivestimento elimina ogni rischio di dover scendere a compromessi dal punto di vista dell'estetica.

Il risparmio, dal punto di vista economico, non si esaurisce con il taglio dei consumi: tutti i costi relativi alla posa in opera di tetti e di pareti ventilate possono essere detratti al 65%, usufruendo delle agevolazioni fiscali per la riqualificazione energetica degli edifici (Ecobonus).