Quando si parla di pannelli radianti, si pensa spesso a strutture utili soltanto per il riscaldamento invernale. I vantaggi, invece, non si hanno solo per sei mesi l'anno: questo tipo di impianto, infatti, è studiato per offrire la massima efficienza anche nella stagione più calda, favorendo il raffreddamento degli ambienti.

Il principale vantaggio dei pannelli radianti rispetto ai sistemi di riscaldamento e raffreddamento tradizionali è dato dall'ampia superficie esposta: essa permette all'impianto di lavorare a temperature contenute, ottenendo ottimi risultati. L'impianto è anche estremamente versatile: può essere realizzato a pavimento, a parete oppure a soffitto (soluzione particolarmente efficace per il raffreddamento).

Come funzionano i pannelli radianti?

I pannelli radianti sono composti da serpentine nelle quali scorre il fluido termovettore, che può essere fredda o calda a seconda della funzionalità. L'energia termica, fredda o calda, viene diffusa nell'ambiente, mentre il liquido percorre la serpentina per poi tornare al generatore termico. Senza strutture ingombranti e senza impatto estetico, di conseguenza, gli ambienti domestici guadagnano confort e salubrità tutto l'anno, con una spesa energetica estremamente ridotta.

Quando sono consigliabili i pannelli radianti?

La posa in opera dei pannelli radianti è un intervento consigliabile durante la fase di costruzione o di ristrutturazione della casa. Questo tipo di impianto è consigliabile sia per ambienti di piccole dimensioni, sia per ambienti più grandi, per i quali il risparmio energetico sarà notevole.
L'impianto risulterà ancora più vantaggioso se abbinato a sistemi di produzione energetica efficienti, come pompe di calore o caldaie a condensazione.